UN GIORNO DA ROMANO

Sepolte tragicamente durante la terribile eruzione del Vesuvio del 79 d.C., Pompei e le altre città vesuviane furono riscoperte solo agli inizi del 1700 per volere di Carlo di Borbone, re di Napoli. Un viaggio indietro nel tempo fino all'epoca dell'antica Roma.

 

LE MERAVIGLIE DI POMPEI

Pompei2

Fondata alla fine del VII a.C., fu una grande città commerciale al centro di importanti traffici del Mediterraneo, come ancora oggi è possibile comprendere camminando tra le sue strade. Attraverseremo la città tra templi, botteghe, complessi termali e ricche domus decorate da bellissimi affreschi e mosaici, per immergerci nella vita quotidiana degli antichi Romani.

 

ERCOLANO

Ercolano

Costruita su un pianoro vulcanico a picco sul mare, la città deve il suo nome al mitico eroe Ercole che la fondò di ritorno dalla Spagna. La città fu abbellita con importanti edifici pubblici e residenziali e divenne un lussuoso centro di villeggiatura per i patrizi romani. Sepolta sotto circa 16 metri di flussi piroclastici, ha restituito numerosi reperti organici, tra cui arredi in legno e frutta carbonizzata, che solo qui è possibile ammirare.

 

 LA VILLA DI POPPEA AD OPLONTIS

Oplontis

Piccolo centro urbanizzato, fu scelto come luogo adatto a costruirvi la sontousa dimora appartenente a Poppea, la seconda moglie del tanto temuto imperatore Nerone. Lungo il percorso ammireremo splendidi affreschi che decoravano saloni e triclinia, visiteremo le terme private della villa e attraverseremo il bel giardino occupato da una grande piscina ombreggiata da alberi d'olivo.

 

LE VILLE ROMANE DI STABIA

Stabia

Meta privilegiata del patriziato romano, l'antica Stabia fu il luogo ideale in cui farsi costruire splendide ville d'otium fornite di piscina all'aperto e di terme private affacciate sul golfo di Napoli. Il tour guidato include Villa San Marco e Villa Arianna. Qui ci lasceremo incantare da preziose decorazioni con soggetti mitologici, ghirlande e animali fantastici, passeggiando tra portici e giardini alla maniera degli antichi Romani.

L’ingresso ai quattro siti è gratuito per scolaresche, con prenotazione obbligatoria al costo di 10 euro a gruppo.